Blended Learning, cos’è ?

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 15 Giugno, 2022

3 minuti di lettura | 47 Visite

Richiedi maggiori info gratis

Usato erroneamente come sinonimo di FAD e DAD, il Blended Learning è un metodo di insegnamento ibrido, pensato per fornire allo studente un’esperienza completa, rispettando i suoi personali tempi di apprendimento. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come viene applicato nella formazione online per ottenere il diploma.

Indice dei contenuti

Blended Learning definizione e traduzione

Il Blended Learning, (letteralmente “apprendimento misto o ibrido”) è un metodo di insegnamento che integra alle attività tradizionali in classe condotte da un formatore o da un insegnante, le tecnologie dell’e-learning,offrendo agli studenti una flessibilità maggiore che permetterà loro di personalizzare il percorso di apprendimento, coniugando i vantaggi dell’on-line con quelli dell’offline: in questo modo l’apprendimento online e di persona siano complementari, e avranno pari importanza nella formazione dello studente.

Il blended learning investe sia la formazione aziendale, sia quella formale sia quella informale; nel dettaglio la formazione aziendale finalizzata ai corsi di aggiornamento dei dipendenti o all’acquisizione di nuove competenze in ambito lavorativo, consta di supporti audiovisivi e test on line .

La formazione formale invece è il classico e-learning, dove il collegamento in remoto con un insegnante o un supporto digitale consente un percorso alternativo alla frequentazione fisica. La formazione formale permetterà allo studente di conseguire un titolo riconosciuto: diploma, laurea triennale, laurea specialistica, laurea a ciclo unico o una specializzazione accademica.

La formazione informale invece sono tutti quei corsi (e video tutorial) che portano all’arricchimento personale in vari ambiti (come ad esempio viaggi, cosmesi, cucina, musica, PNL,e altro ancora) ma non danno diritto ad un titolo professionale.

Blended Learning e Covid-19

La pandemia di Covid 19 ha fatto crescere enormemente l’uso del Blended Learning,poiché, ha reso possibile integrare le attività che non si potevano effettuare in presenza con l’apprendimento on line. In questo modo lo studente ma anche il corsista ha un certo controllo sul percorso da effettuare e sui tempi da destinare all’interazione con i contenuti didattici, prevedendo comunque una certa percentuale di presenza fisica in aula.

Esempi di Blended learning

L’apprendimento ibrido deve rispondere a due requisiti: simbiosi tra online e offline; scalabilità dei tempi di apprendimento in base alle esigenze del singolo studente.

Detto questo, i modelli di blended learning possono teoricamente essere infiniti, ma il Christensen Institute, alcuni anni fa provò a codificare per comodità di studio, 4 modelli standard:

Modello di Rotazione o ROTATION MODEL, quello più comune, e più vasto, suddiviso in altri ulteriori 4 sottogruppi. Qui gli studenti all’interno di una singola classe alternano con il proprio insegnante l’apprendimento in presenza a quello on line; altri esempi di rotazione potrebbero riguardare momenti individuali con l’insegnante, interazioni peer-to-peer (ossia con gruppi di pari).

Modello Flessibile o FLEX MODEL , dove il grosso dell’apprendimento per le nozioni di base avviene on line, ma gli studenti trascorrono in aula la maggior parte del tempo in aula. In questo modello l’apprendimento è legato alle capacità dello studente, guidato direttamente dall’insegnante nella sua classe e l’insegnante potrà così dedicare più tempo a studenti problematici o approfondire aree didattiche. Tale modello è tipico dei crediti formativi, sia per il recupero sia per il guadagno attraverso le attività extra-scolastiche.

Il Modello più personalizzabile dal singolo studente o A LA CARTE MODEL, dove lo studente può costruirsi autonomamente il piano di studi e scegliere i corsi on line che integrino o sostituiscano le lezioni in aula, formando però una quota importante del percorso formativo. E’ però diverso dalle scuole virtuali full-time poiché resta sempre una quota di ore e lezioni da seguire in presenza.

Infine il Modello Virtuale arricchito o ENRICHED VIRTUAL MODEL, permette agli studenti di completare on line totalmente da remoto alcuni corsi e integrarli con sessioni di apprendimento in presenza concordati con l’insegnante.

Il Blended Learning si usa a scuola?

Certamente; se all’inizio si prediligeva il Flex Model, con il passare del tempo e grazie alle connessioni internet più stabili attraverso il 5G e la banda larga, si utilizzano in misura crescente anche gli altri tipi di modelli. Ma non solo: molti istituti di formazione esclusivamente on line stanno convertendo i loro programmi verso un Modello Virtuale arricchito, che permetta agli studenti di poter usufruire anche dell’esperienza che si può vivere in presenza attraverso un aula didattica.

Quali diplomi posso ottenere con il metodo Blended?

Geometra, Dirigente di Comunità, Nuovo Diploma Ragioneria AFM, Ragioneria IGEA, Perito Elettronico e in Telecomunicazioni, Perito Informatico, Perito Termotecnico, Meccanica, Meccatronica ed Energia (Perito Meccanico), Perito Aeronautico, Diploma di Perito Tecnico e Automazione, Diploma di Liceo Scienze Umane, Diploma di Liceo Scientifico, Diploma di Liceo Scientifico Sportivo, Diploma di Liceo Linguistico, Diploma di Liceo Coreutico Musicale, Diploma di Liceo Classico, Diploma di Liceo Artistico, Tecnico Economico e Turistico, Trasporti e Logistica, Costruzione, Ambiente e Territorio, Informatica e Telecomunicazioni, Amministrazione Finanza e Marketing, Sistema Moda, Diploma online tradizionali, Diploma nuovo ordinamento, Corsi di Italiano per Stranieri, Diploma da Privatista, Diploma serale, Corsi privati anti bullismo, Corsi di recupero online, Diploma maturità per disoccupati

Learning Blended Vantaggi

Sono tantissimi gli alunni che grazie al nostro metodo, sono riusciti a realizzare il sogno della loro vita : prendere il diploma!

  • RISPARMI TEMPO : con i corsi online puoi raggiungere il massimo risultato ottimizzando il tempo da dividere tra studio e altri impegni quotidiani come lavoro, famiglia, hobby.
  • RISPARMI DENARO : i nostri corsi sono organizzati in maniera tale da eliminare tutte le spese “superflue” che si devono affrontare per lo studio, comprese ovviamente quelle logistiche come per esempio i costi di spostamento per raggiungere le aule.
  • STUDIO OTTIMIZZATO : i percorsi formativi di tutti i nostri corsi sono organizzati singolarmente da studente a studente, in modo da trovare il metodo più efficace per raggiungere il traguardo nel più breve tempo possibile.
  • TUTOR PERSONALE : ogni studente avrà a disposizione tutor preparati e specializzati per assisterlo passo passo nello studio sotto tutti i punti di vista.
  • COMMUNITY DI STUDENTI COME TE : grazie ai nostri canali online lo studente avrà la possibilità di condividere spazi di comunicazione con altri che si trovano nella medesima situazione e devono affrontare quindi le medesime problematiche.
Vota questo post
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.