Liceo Artistico

Immagine avatar per Roberta

Roberta Aggiornato il

3 minuti di lettura | 104 Visite

Liceo Artistico

In Italia, dall’anno scolastico 2010-2011 sono nati in seguito alla Riforma Gelmini, molti nuovi indirizzi di studio nelle scuole secondarie di secondo grado: ad esempio oltre ai già conosciuti liceo classico e scientifico, si sono aggiunti altri quattro tipi di liceo che hanno ampliato l’offerta formativa: il liceo delle scienze umane , il liceo linguistico, il liceo coreutico musicale, ed infine il liceo artistico di cui parleremo qui più diffusamente.

Apri l'indice dei contenuti

Com’è nato il liceo artistico?

Scelta ideale per chi ama il disegno, la scultura, l’arte, il design, la scenografia o le scienze audiovisive, il liceo artistico deriva dagli istituti d’arte, nati ufficialmente in Italia nel 1923, che avevano il compito di formare gli artisti e gli artigiani in base alla territorialità delle arti e dei mestieri. Queste scuole terminavano con un esame di stato che permetteva agli studenti di conseguire il diploma di maestro d’arte. Nel 1970 furono istituiti corsi di studi sperimentali in arte applicata, che sono stati attivi fino al 2010, quando, per effetto della Riforma Gelmini, sono stati soppressi per essere sostituiti dal liceo artistico.

Quanto dura il liceo artistico?

Ha sette diversi indirizzi di studio (arti figurative, architettura e ambiente, design, audiovisivo e multimediale, grafica, scenografia e teatro, quest’ultimo attivato dal 2020) strutturati in due bienni ed un ultimo anno, al termine dei quali si sostiene un esame di stato; per questo ha la stessa validità di un qualsiasi altro tipo di liceo quinquennale, che permette poi quindi il proseguimento degli studi, qualora si desideri o all’università o il poter affrontare un altro ciclo di studi o di formazione che sia il prosieguo naturale di quell’indirizzo di studio.

Quali materie si studiano al liceo artistico?

Il liceo artistico da una solida preparazione anche in materie caratteristiche di un liceo (Italiano, Inglese, Storia, Filosofia, Letteratura Italiana e Straniera, Matematica, Fisica, Religione, Educazione Fisica e Scienze Naturali, che comprendono Chimica, Biologia e Scienze della Terra) sia un approfondimento di materie collegate con le arti applicate e visive (oltre alla storia dell’arte, c’è la pittura, scultura, architettura, grafica, design, scenografia, teatro e audiovisivo, in base all’indirizzo scelto).

L’indirizzo Arti figurative permette di scegliere fra ulteriori approfondimenti (definiti curvature) in arte della scultura, arte del grafico-pittorico o arte del plastico-pittorico, mentre l’indirizzo Design presenta otto curvature, ossia: arte del libro, arte della moda, arte della ceramica, arte del vetro, arte del tessuto, arte dei metalli,dell’oreficeria e del corallo, e infine Arte dell’arredamento e del legno.

Sbocchi lavorativi dopo la maturità artistica

E’ un diploma molto versatile, che permette di lavorare da subito, in virtù dell’indirizzo scelto come progettista di interni, designer di materiali per la casa, scultore, decoratore, orafo, tecnico del settore cinema e teatro, operatore audio e video, scenografo, organizzatore degli studios cinematografici; ancora si può lavorare come fotografo, web designer, grafico del web; nei settori dell’artigianato dove è richiesta precisione, manualità, creatività ed originalità come marmista,ceramista,artigiano del legno e molto altro ancora.

Si può lavorare nell’ambito dei beni culturali o come professionista o dipendente presso parchi, archivi, sovrintendenze,enti locali, misteri o società cooperative e aziende che si occupano della cura di beni artistici e monumentali.

E’un diploma inoltre che permette di poter lavorare da subito nella scuola, sia candidandosi come insegnante presso gli Istituti Professionale per gli indirizzi di Produzioni industriali e artigianali, in base all’indirizzo scelto, sia come personale ATA per i ruoli di Collaboratore Scolastico (CS) e di Assistente Amministrativo (AA). Se coniugata ad una qualifica post diploma di marmista o orafo, si rende questo diploma idoneo per potersi candidare come docente di disciplina tecnica IPT nei laboratori didattici marmisti o orafi. Inoltre con il solo diploma di liceo artistico, si possono partecipare a tutti i concorsi pubblici per diplomati.

Fornisce anche una solida base culturale per proseguire gli studi in lauree umanistiche, o nell’ambito dei beni culturali (come storia dell’arte, archeologia ad esempio) o architettoniche o di ingegneria civile per progettare infrastrutture o edifici, sia negli interni sia negli esterni.  Ancora permette di proseguire con corsi di studio presso il DAMS o l’Accademia di belle Arti, per poter lavorare negli ambiti di moda, cultura,editoria, spettacoli, restauro, arti visive e molto altro ancora.

Posso ottenere un diploma artistico anche nella mia città?

I diplomi artistici sono disponibili sia come licei autonomi sia come indirizzi di studio all’interno di altri licei presenti sul territorio italiano come diploma tradizionale, ma è anche possibile conseguire un diploma artistico on line Per conoscere la sede a te più vicina per conseguire un diploma artistico, contattaci oppure lascia un commento a questo articolo.

Vota questo post
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *