Liceo Scientifico Sportivo

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 4 Ottobre, 2021

3 minuti di lettura | 88 Visite

Liceo Scientifico Sportivo

Dall’anno scolastico 2010-2011, in Italia le scuole superiori di secondo grado sono cambiate, ampliando l’offerta formativa come conseguenza della Riforma Gelmini,: oltre ad i nuovi indirizzi liceali del liceo linguistico, delle scienze umane , del liceo coreutico musicale, ed artistico, anche gli indirizzi tradizionali del liceo classico e scientifico, hanno subito delle modifiche; in particolare il liceo scientifico ha due indirizzi di studio, l’indirizzo Scienze applicate ed il cosiddetto Liceo Scientifico Sportivo, che qui tratteremo nel dettaglio.

Apri l'indice dei contenuti

Com’è nato il Liceo Scientifico ad Indirizzo Sportivo e a chi si rivolge?

L’idea di un liceo scientifico che coniugasse in un perfetto equilibrio i valori educativi della cultura e dello sport, nasce dall’esigenza di dare agli allievi una solida preparazione liceale nelle materie scientifiche e umanistiche, ma senza trascurare le esigenze degli allievi che praticano sport a livello agonistico e preparano gare e competizioni. In questo modo si riconosce alla pratica sportiva il valore aggiunto nei processi formativi, per la formazione di personalità e competenze in una dimensione non più legata solo alla ricreazione o all’addestramento, ma in una dimensione pedagogica e culturale.

Questo indirizzo quindi permette agli atleti juniores di non dover scegliere fra studio ed attività sportiva, ma di poter coniugare entrambe le attività, offrendo nel contempo una formazione che sia tagliata anche su materie di interesse per lo sportivo: infatti questo tipo di liceo prevede, così come quello coreutico e musicale una prova di accesso preliminare il cui superamento prevede l’iscrizione al liceo scientifico ad indirizzo sportivo.

Quanto dura il Liceo Scientifico Sportivo ?

E’ un liceo scientifico di durata quinquennale, che si conclude con il conseguimento del diploma, ma è improntato all’approfondimento delle scienze motorie e sportive; ha perciò lo stesso valore legale di un qualsiasi altro diploma liceale, e permette di potersi poi iscrivere a qualsiasi facoltà università o di affrontare il mondo del lavoro; tutto ciò però senza pregiudicare le sue possibilità di carriera nelle competizioni agonistiche, nel caso in cui sarà ancora la sua strada al termine dei 5 anni liceali. 

Quali Materie si studiano al Liceo Scientifico ad Indirizzo Sportivo ?

Si studiano le stesse materie di un liceo scientifico tradizionale (Lingua e Letteratura Italiana, Lingua e Cultura Inglese, Geografia, Storia, Filosofia, Fisica, Matematica, Scienze Naturali come Chimica, Biologia e Scienze della Terra, Religione, Informatica) anche se i programmi sono leggermente diversi: infatti la tematica sportiva dovrà essere introdotta in tutte le materie per almeno il 20% dei loro programmi, per diventare argomento ricorrente in tutte le materie. Ad esempio: nell’insegnare la storia, oltre al classico programma, si approfondiranno anche la storia degli sport, delle olimpiadi e così via.

Inoltre a queste materie tradizionali si aggiungono Diritto ed economia dello sport, Scienze motorie e sportive e discipline sportive (ossia la pratica di una o due discipline come ad esempio il calcio, la scherma, l’atletica e così via). Tuttavia, siccome non è ancora largamente presente sul territorio italiano, si può optare anche per una formazione on-line di Liceo Scientifico Sportivo.

In che consiste la Prova di Accesso al Liceo Scientifico ad Indirizzo Sportivo?

Il primo e fondamentale requisito è che l’aspirante studente presenti un certificato medico di idoneità all’attività agonistica e non. Poi si attribuiscono dei punteggi all’aspirante allievo in base ai livelli attuali di pratica e risultati in discipline sportive affiliati al CONI (es: i finalisti e vincitori di gare nazionali avranno un maggiore punteggio rispetto a chi ha avuto un buon piazzamento nelle gare regionali, che sarà maggiore però rispetto a chi pratica sport a livello amatoriale ) e in base ai livelli attuali di pratica e risultati in discipline sportive non affiliate al CONI (es: il superamento di un concorso di livello nazionale o internazionale darà un punteggio maggiore rispetto a chi pratica  danza a livello amatoriale).

In terza battuta, si osserva il percorso di studi ed i risultati ottenuti durante le scuole medie (prediligendo chi ha ottenuto una media più alta) e le valutazioni del consiglio di classe delle scuole medie (“Si consiglia Istruzione Liceale / qualsiasi indirizzo” avrà un peso maggiore di “Si consiglia un indirizzo di tipo tecnico” e di “Si consiglia un indirizzo di tipo professionale”).

Infine, si valuta la distanza dell’istituto dalla residenza: in caso di parità, si accetta la domanda dell’alunno la cui residenza sia più lontana e scomoda dalla sede di un eventuale altro Istituto con analogo indirizzo.

Sbocchi Lavorativi e non dopo la maturità Scientifica ad Indirizzo Sportivo

Oltre allo svolgimento dell’attività agonistica, il liceo scientifico sportivo dovrebbe introdurre con maggiore facilità a tutte quelle facoltà che ruotano attorno al mondo dello sport ma anche della danza; chi frequenta questo corso di studi può essere avvantaggiato nel formarsi non solo come laureato in particolar modo in scienze motorie o della nutrizione, ma anche come giornalista sportivo, fisioterapista per gli atleti, medico sportivo, dirigente sportivo, preparatore atletico, motivatore, allenatore, procuratore o agente sportivo, e così via. Ovviamente tutte queste carriere prevedono il conseguimento di una laurea universitaria (o di un tirocinio professionale nel caso del giornalista sportivo o del superamento di un test nel caso del procuratore sportivo) dove il diploma è un prerequisito, ma da solo non è sufficiente. Allo stesso modo si possono frequentare corsi di alta formazione coreutica o frequentare corsi di laurea inerenti alle discipline di danza e spettacolo

Con il solo diploma di liceo sportivo, si possono partecipare a tutti i concorsi pubblici per diplomati, avendo ovviamente una maggiore tranquillità su quelli che prevedono il superamento di  prove fisiche; inoltre, se non si vogliono proseguire gli studi si può iniziare a lavorare da subito nelle palestre o come personal trainer.

Vota questo post
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *