Istituto professionale Manutenzione e Assistenza Tecnica

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 23 Novembre, 2021

3 minuti di lettura | 39 Visite

Manutenzione e assistenza tecnica

Gli istituti professionali sono stati fortemente rimodulati dalla Riforma Gelmini, in undici indirizzi di studio per preparare gli studenti ad affrontare arti, mestieri e professioni strategiche e precise per l’economia non solo del territorio, ma anche nazionale e- perché no- internazionale, permettendo agli studenti che non solo vogliono lavorare da subito, ma ottenere un titolo di studio spendibile anche a medio e a lungo termine.

Dopo aver visto come si preparano i futuri professionisti del settore ittico e gli artigiani del Made in Italy del domani, scopriamo in cosa consiste l’istituto professionale in Manutenzione ed assistenza tecnica; questo indirizzo può fare al caso tuo se non solo vuoi inserirti subito nel mondo del lavoro, ma anche se sei dotato di un’ottima manualità nel montare e smontare dispositivi meccanici, sei attratto dalle macchine e dal loro funzionamento e ti affascina l’idea di lavorare manualmente su dispositivi meccanici ed elettrici sia come assistenza tecnica sia come collaudo e messa in opera.

Apri l'indice dei contenuti

Cosa significa Manutenzione e Assistenza Tecnica?

Chi ottiene un diploma professionale di Manutenzione ed assistenza tecnica, possiede le competenze per organizzare, gestire ed effettuare interventi di installazione e manutenzione ordinaria periodica ma anche l’assistenza tecnica di diagnostica, riparazione e collaudo circa i piccoli sistemi e apparati tecnici anche marittimi sia presso privati sia presso aziende. E’ inoltre un percorso di studi che dopo il diploma garantisce un’altissima percentuale di occupati (poco sotto il 100 % ), poiché le competenze tecnico-professionali conseguite sono richieste dalle filiere dei settori produttivi generali (elettronica, elettrotecnica, termotecnica, meccanica ed altri) e sviluppati in modo specifico in relazione alle esigenze territoriali espresse. Gli indirizzi di studio possibili ulteriori sono relativi anche a ”Mezzi di trasporto” e “Apparati, impianti e servizi tecnici industriali e civili”.

Cosa si studia in un Istituto Professionale Manutenzione e Assistenza Tecnica ?

Studierai materie tradizionali comuni per tutti e cinque gli anni e per tutti gli indirizzi di scuola superiore (ossia Italiano, Lingua Inglese, Storia, Matematica, Scienze Motorie e Sportive, Religione) ,e nel primo biennio studierai anche Geografia e Diritto ed economia; ma essendo un istituto professionale effettuerai per tutto il quinquennio di studio Laboratori Tecnologici ed esercitazioni e solo nel primo biennio Scienze integrate, Robotica, Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica e Tecnologie dell’Informazione e Comunicazione. Nell’ultimo triennio aumenteranno poi le ore di pratica ed andrai a studiare anche tecnologie meccaniche e applicazioni, tecnologie elettrico-elettroniche e applicazioni, Tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione.

Grazie ai laboratori e allo studio teorico impartito, in questa scuola imparerai perciò come si garantisce e certifica la messa a punto degli impianti e delle macchine, come si controlla e ripristinare, durante il ciclo di vita degli apparati e degli impianti, la conformità del loro funzionamento alle specifiche tecniche, alle normative sulla sicurezza degli utenti e sulla salvaguardia dell’ambiente ed infine come si opera nella gestione dei servizi valutando anche i costi e l’economicità degli interventi, per poter consigliare al meglio l’utente finale.

Quanto dura un Istituto Professionale Manutenzione e Assistenza Tecnica?

Dura cinque anni, composto da un biennio e un triennio (come un qualsiasi altro percorso tecnico o liceale, che assolve l’obbligo dell’istruzione scolastica italiana) e ti puoi iscrivere dopo che hai ottenuto la licenza media.

Occorre però precisare che questo istituto, così come tutti gli istituti professionali, consente di conseguire una qualifica professionale valida già alla fine dei primi tre anni di studio; tuttavia ti consigliamo comunque di proseguire anche per gli ultimi due anni , che non solo ti permetteranno di avere un diploma finito ma anche di conseguire una migliore formazione tecnica riferita alle filiere produttive e/o di servizio.

Sbocchi professionali e non di un Istituto Professionale Manutenzione e Assistenza Tecnica

Questo titolo ti permetterà di poter cominciare a lavorare dopo il diploma da subito nell’ambito della manutenzione e della assistenza tecnica; potrai candidarti quindi per opportunità di lavoro come manutentore meccatronico ,tecnico nel settore dell’assistenza automobilistica, installatore e manutentore di impianti di automazione e robotica, elevatori, di automazione pneumatica, di automazione oleodinamica, di automazione con il Controllore a Logica Programmabile (PLC); addetto alla costruzione di stampi e attrezzature, operatore macchine utensili, tecnico nel settore della manutenzione di apparati e impianti elettrici, elettromeccanici, termici, industriali e civili, e relativi servizi tecnici nei settori produttivi (elettronica, elettrotecnica, meccanica, termotecnica, domotica, ecc.); inoltre potrai essere disegnatore e tecnico riparatore di apparecchiature elettriche ed elettroniche, operatore macchine utensili tradizionali e a controllo numerico computerizzato (CNC), addetto centri di revisione, addetto ufficio tecnico, addetto centro prove sui materiali; responsabile della programmazione della produzione e della qualità, dipendente in aziende pubbliche e private del medesimo settore ma anche diventare titolare di imprese installatrici nei settori elettromeccanico, elettronico ed elettrico.

Pur essendo un titolo finito ti permetterà di accedere a corsi post-diploma per proseguire la formazione come montatore/installatore/manutentore meccanico, ascensorista e frigorista. Inoltre se lo vorrai potrai iscriverti e sostenere facilmente facoltà universitarie come Ingegneria Meccanica, Elettronica, Meccatronica e tutte le facoltà a sfondo di progettazione industriale o nell’ambito elettronico, elettromeccanico, meccatronico, termotecnico e auto motive.

In più, ti potrai candidare già dal giorno dopo il conseguimento del diploma per lavorare a scuola come personale ATA per la per posizioni di collaboratore scolastico (CS) (per il quale basta avere degli attestati e/o diplomi di qualifica professionale triennali) e come assistente tecnico per le classi di concorso di manutenzione e assistenza tecnica RRHC, RRDG, RRC1, RR8F e RR9C.

Vota questo post
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *