Personale ATA: quali sono i profili e quali sono le graduatorie?

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 1 Settembre, 2021

3 minuti di lettura | 65 Visite

Personale ATA

Fra pochi giorni non solo il personale docente ma anche il personale ATA dovrà riprendere servizio nelle scuole. Si tratta del personale Amministrativo, Tecnico ed Ausiliario statale presente in tutte le scuole dalle primarie alle superiori, sia pubbliche sia paritarie, inserito in graduatorie apposite per assegnare incarichi lavorativi, per i quali il titolo di accesso è, fatte salve alcune eccezioni, il diploma. Ma vediamo di conoscerli meglio.

Apri l'indice dei contenuti

Quali sono i profili del personale ATA e fino a che età ci si può candidare?

I profili del personale ATA sono raggruppati in base alle attività svolte in quattro aree principali (che si indicano con le lettere A, AS, B e D) e sono diversi profili professionali, di cui accenneremo solo qui in breve per poi approfondire in contenuti dedicati:

  • Collaboratori Scolastici (CS), per cui il titolo di accesso è un qualsiasi tipo di diploma;
  • Collaboratori Scolastici addetto all’azienda agraria (CR), che deve possedere un diploma specifico in ambito agrario, che può essere operatore agro industriale, agroturistico oppure operatore agro ambientale;
  • Assistenti Amministrativi (AA) per cui il titolo di accesso è un qualsiasi tipo di diploma;
  • Assistente Tecnico (AT) per cui il titolo di accesso è un diploma specifico che permetta ai docenti di essere assistiti da loro in ambito delle attività di laboratorio; esiste perciò una tabella ministeriale che definisce le posizioni in base ai titoli;
  • Cuoco (Cu) per cui il titolo di accesso è il diploma di qualifica professionale di operatore ai servizi di ristorazione settore cucina.
  • Guardarobiere (GU) presente nei soli istituti con convitto /educandi, per cui il titolo di accesso è il diploma di qualifica professionale di Operatore della moda.
  • Infermieri (IF), anch’essi presenti nei soli istituti con convitto/educandi, ma per loro il titolo di accesso è una laurea triennale in scienze infermieristiche.
  • Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (DSGA), presente in tutti gli istituti scolastici, hanno delicati compiti inerenti alla amministrazione, alla contabilità e alla direzione della scuola; per questo, il titolo di accesso richiesto per loro è una laurea in Giurisprudenza, Scienze politiche, sociali o amministrative in Economia e commercio o un titolo universitario equipollente.

Per aspirare ad una o più di queste figure, oltre al titolo di studio c’è un requisito legato all’età: l’aspirante infatti non deve avere meno di 18 anni e più di 67 anni di età.

Quali sono le graduatorie ATA?

Ci sono diverse graduatorie ATA, la cui ammissione è per titoli, ma anche per il soddisfacimento di altri requisiti che possono incrementare il punteggio, quali:

  • Graduatorie di Circolo e D’Istituto, per le supplenze del personale ATA e le assunzioni a tempo determinato. Tali graduatorie sono divise in tre fasce: Graduatorie ATA Prima Fascia (che comprende i candidati inseriti nelle graduatorie provinciali permanenti con almeno 24 mesi di servizio, dalla quale si dispone annualmente l’immissione in ruolo), Graduatorie ATA seconda fascia (che comprende i candidati inseriti nelle graduatorie provinciali ad esaurimento per i CS, quelli negli elenchi provinciali ad esaurimento per CR, AA, AT, CU, IF e GU, che non sarà più aggiornata) ed infine le Graduatorie ATA terza fascia (redatta tramite il concorso per titoli che il Ministero indice ogni tre anni, dove attingere per gli incarichi di supplenza a tempo determinato; può accedere chiunque abbia i titoli di studio richiesti per i profili professionali a concorso).
  • Graduatorie ed Elenchi provinciali, che invece sono utilizzate per le assunzioni a tempo indeterminato e per le supplenze annuali e temporanee. Queste altre graduatorie sono divise in due tipi: Graduatorie provinciali permanenti (redatte tramite appositi bandi ATA 24 mesi pubblicati annualmente dagli uffici scolastici regionali per gli incarichi di lavoro a tempo indeterminato riguardante ognuno dei profili professionali, che comprendono candidati che hanno già prestato servizio continuativo per 24 mesi e risultano iscritti automaticamente anche per le Graduatorie ATA prima fascia di circolo ed istituto) e Graduatorie ed elenchi provinciali ad esaurimento (per l’affidamento di supplenze annuali e temporanee e che risultano iscritti automaticamente anche per le graduatorie di circolo e di istituto di seconda fascia).

Si accede a tali graduatorie per titoli, tuttavia esistono una serie di corsi, da poter seguire in presenza oppure on line in qualsiasi momento, che permettono di poter aumentare il punteggio ed inserirsi così in posizioni più alte nelle graduatorie.

Un secondo diploma può permettere le candidature in più ruoli?

Certo; se un qualsiasi diploma permette la candidatura per i profili CS e AA , il conseguimento di un secondo diploma può permettere di candidarsi a dei ruoli specifici come AT, GU, CR o GU o viceversa se si possiede un diploma che permette di candidarsi per un ruolo specifico, un secondo qualsiasi diploma permetterebbe una candidatura come CS e AA o ancora se mirato in un ruolo specifico. La domanda infatti prevede che si possa chiedere l’assegnazione in più ruoli diversi ed un secondo diploma può ampliare le possibili posizioni (e di conseguenza scuole) a cui potersi candidare.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *