Test d’Ammissione per Medicina 2024: cosa Cambia?

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 31 Gennaio, 2024

3 minuti di lettura | 58 Visite

Richiedi maggiori info gratis

Se ti stavi preoccupando di non riuscire a conciliare la preparazione dell’esame di maturità con i test di ammissione all’Università per la facoltà di Medicina, ci sono buone notizie per te! 

Nel 2023 è stato effettuato il test in modalità TOLC dove non solo si poteva effettuare in due distinte sessioni, ma per la prima volta erano ammessi a questo test anche gli studenti del quarto anno, che avrebbero così “congelato” il loro posto fino al settembre successivo al loro diploma, ossia al 2024. 

Tuttavia, l’equalizzazione del punteggio e le domande, che non solo pare siano circolate in modo non autorizzato ma di cui alcune sono sembrate da subito più degne di un gioco a premi che di saggiare la reale preparazione degli aspiranti medici, si sono trasformate in polemiche e ricorsi che si sono risolti nella necessità di immatricolarsi subito, pena la perdita del posto (come è poi stato per i ragazzi di quarta superiore). 

La prima buona notizia è che quindi il numero di aspiranti per il 2024 dovrebbe diminuire, poiché hanno diritto di partecipare al TOLC MED solo chi è iscritto al quinto anno o chi è già in possesso di diploma. La seconda buona notizia è che la sessione di luglio non solo probabilmente non ci sarà, ma potresti già sapere diversi mesi prima della prova di maturità se sarai ammesso o meno a medicina, così da poterti concentrare con serenità sull’esame di stato e sul conseguimento di ulteriori crediti formativi.

Quali sono le date dei test di medicina 2024 che dovrebbero slittare? 

Rendendosi conto che la sessione di luglio non poteva essere preparata al meglio dai ragazzi, le università sono corse ai ripari: Per quanto riguarda l’università pubblica le sessioni del TOLC MED 2024 subiranno un anticipo di date, per evitare che i ragazzi debbano sovraccaricarsi a luglio: secondo voci non ancora confermate, per la prima sessione passerebbe dunque da febbraio ad aprile (secondo alcune fonti si parla anche di marzo, ma sembra essere lo scenario meno probabile), e la seconda passerebbe invece da aprile a maggio.  

Discorso invece leggermente diverso per le università italiane private, che hanno la possibilità di strutturare tali test secondo tempistiche e modalità adatte a ciascuna di esse, diversamente dal TOLC che è il test statale.  Le università private in questione, che hanno già rese note le date per i propri test di ingresso per medicina sono: 

  • Campus Bio-Medico di Roma. 
  • Università Vita-Salute San Raffaele di Milano.  
  • Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
  • Humanitas University , con il campus in varie sedi della Lombardia.
  • Università Medica Internazionale di Roma.

Come iscriversi ai test di accesso della facoltà di Medicina? 

Ogni ateneo ha le proprie modalità di accesso ai test e di svolgimento, e per questo ti consigliamo di consultare le informazioni fornite da ciascuna di queste università sui propri siti web; questo perchè le università pubbliche predispongono bandi e quiz sempre uguali per numero di domande e argomenti, mentre gli atenei privati propongono test sui medesimi argomenti, ma con differenze nel numero di domande e nella durata della prova. 

Pertanto, ti consigliamo di prendere in considerazione di sostenere il test di ammissione sia per le università statali che per quelle private, così da aumentare le possibilità di accedere a medicina e, ovviamente, anche prepararsi a dovere: infatti, una volta affrontata la prima volta il quiz, se riterrai il punteggio soddisfacente, non sarai obbligato a svolgere l’altra sessione in ateneo (infatti ogni volta che si tenta il quiz è l’ultimo punteggio a ritenersi valido). In questo modo ti garantiresti quattro possibili tentativi, con la possibilità di entrare sia in una graduatoria delle università pubbliche, sia in una dell’università privata dove hai fatto il test. 

Per i test di medicina 2024 cambiano i programmi di studio e la struttura del test? 

Secondo il Ministero i programmi di studio e la struttura del test non dovrebbero subire alcun cambiamento. Sembrano essere confermate finora le 50 domande in 90 minuti suddivise tra le materie oggetto già del test del 2023: biologia, matematica, chimica e fisica, ragionamento e comprensione del testo. 

Inoltre, pare che Il CISIA (Consorzio Interuniversitario Sistemi Integrati per l’Accesso) abbia ricevuto dal Miur l’incarico di pubblicare un archivio di migliaia di domande da cui saranno estrapolate quelle che comporranno le prove. La pubblicazione di tali domande dovrebbe avvenire in modo tale da permettere agli studenti di poterle consultare prima delle prove, rendendo la preparazione più agevole ed intuitiva. 

Ecco come muoverti per avere maggiori possibilità di poter superare il test! E per qualsiasi altro dubbio, contattaci!

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottieni il tuo diploma »

Richiedi informazioni gratuite
Questo sito utilizza cookie
Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa i relativi pulsanti per accettare tutti o solo i cookie necessari.
Necessari
Preferenze
Statistici
Marketing