Quali sono le Migliori università nel mondo per il 2023?

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 21 Settembre, 2023

3 minuti di lettura | 491 Visite

Richiedi maggiori info gratis

Nel giugno 2022 è stata resa nota la QS (Quacquelli Simonds) World University Ranking 2023, una delle più importanti classifiche a livello mondiale ha stilato la classifica dei 1418 migliori atenei d’Italia e del mondo, in base a vari parametri come gli articoli accademici e le relative citazioni ricevute, la qualità dell’insegnamento (se ad esempio i docenti hanno avuto prestigiosi riconoscimenti a livello internazionale come il premio Nobel, le medaglie Fields per la matematica,il premio Touring per l’informatica, il premio Pritzker per l’architettura, i riconoscimenti Fellows della Royal Society e altri), l’analisi della qualità dei master e delle scuole di business, la capacità di ottenere i migliori posti di lavoro, i servizi offerti, la reputazione e le collaborazioni internazionali.

Dopo aver parlato dei 41 atenei Italiani che rientrano in questa classifica (di cui 13 entro le prime 500 e 26 fra le prime 1200 università al mondo), esamineremo le migliori università al mondo. Fra le prime dieci, solo una si trova sull’europa continentale, mentre le altre si trovano negli Stati Uniti o nel Regno Unito. Altra curiosità: gli atenei britannici ed europei della top ten sono tutte università pubbliche, quelle statunitensi sono tutte private. Se vuoi scoprire quali sono i migliori atenei al mondo per il 2023, e quali possono essere più adatti a te dopo il diploma, continua pure a leggere.

Ecco le Migliori università nel mondo per il 2023

Al primo posto troviamo per l’undicesimo anno consecutivo il MIT, Massachusetts Institute of Tecnology, che si trova nella città di Cambridge, nel Massachussetts dove ci si può laureare o seguire master o scuole post- laurea in Architettura e pianificazione del territorio, Ingegneria, Management, Scienze, Scienze umane, arte e scienze sociali. In questa università è nata negli anni Sessanta la cosiddetta cultura Hacker. Qui molti premi Nobel in materie scientifiche (nello specifico Chimica, Fisica e Matematica) si sono formati come studenti e sono diventati insegnanti.

Al secondo posto troviamo l’Università di Cambridge, un università pubblica che si trova nell’omonima città Cambridge nel regno unito. E’ anche la seconda università più antica del regno Unito, come si vede dall’edificio storico nella foto, ed anche qui si sono formati come studenti un gran numero di premi Nobel. All’Università di Cambridge ci si può laureare o seguire master o scuole post- laurea in Arte e discipline umanistiche (Arts and Humanties), Scienze biologiche (Biological Sciences), Medicina clinica (Clinical medicine), Scienze Umane e Sociali (Humanities and Social Sciences), Scienze fisiche (Physical sciences), Tecnologia (Technology). ll principale strumento di insegnamento all’Università di Cambridge sono le supervisions, sessioni di studio della durata di un’ora in piccoli gruppi di ragazzi sotto la supervisione di un professore o uno studente che sta eseguendo un dottorato di ricerca.

Al terzo posto c’è l’Università Statunitense di Stanford, in California, adiacente alla città di Palo Alto nel cuore della Silicon Valley un eccellenza per le scuole di economia e medicina. Al quarto posto c’è università pubblica di Oxford,che non dispone di una cittadella universitaria ma i vari dipartimenti sono sparsi all’interno della città di Oxford.

Al quinto posto c’è l’Harvard University, il più antico college americano, organizzata in nove facoltà e anch’essa nella città di Cambridge (sulla sponda opposta del fiume rispetto al MIT), mentre al sesto troviamo la CalTech (California Institute of Tecnology) che ha sede a Pasadena, California, che vanta anche collaborazioni con la NASA e dove ha insegnato anche il premio Nobel italiano Renato Dulbecco ed ha circa 42 facoltà che spaziano dalle materie scientifiche a quelle umanistiche.

Al settimo posto c’è’l’Imperial College London, università pubblica fondata da Alberto, principe consorte della regina Vittoria. Ha quattro facoltà:  Business school, Ingegneria, Medicina e Scienze naturali. E’ indipendente dall’università di Londra dal 2007, ed è proprio l’UCL (University College of London) a trovarsi all’ottavo posto di questa classifica, anch’essa università pubblica che costa di 11 facoltà fra sanitarie, umanistiche e scientifiche.

Al nono posto c’è l’unica università europea, l’istituto politecnico di Zurigo (ETH Zurigo)  ha una reputazione di livello mondiale nel mondo accademico e industriale, che ha contato fra gli affiliati del suo ateneo 22 premio Nobel (fra cui Albert Einstein), 2 vincitori di medaglie Fields, 1 vincitore del premio Touring, 3 vincitori del premio Pritzker. Al decimo posto c’è l’Università di Chicago, un università privata fondata da Rockfeller e riconosciuta come uno dei massimi centri mondiali di studio e ricerca.

Sotto la top ten, ci sono ben due università cinesi (l’università di Pechino al 12 posto e quella di Tsighua al 14) mentre la migliore asiatica è quella di Singapore (11esimo posto) mentre la migliore sudamericana resta l’UBA (Universidad de Buenos Aires, al 67 posto nel mondo).

Come posso accedere alle università migliori al mondo?

I criteri di ammissione per queste facoltà sono molto stringenti, ma il primo requisito di base imprescindibile è possedere un diploma di scuola superiore legalmente riconosciuto in Italia e all’estero. Se non possiedi il diploma o ti sei appena trasferito all’estero o senti l’esigenza di effettuare una integrazione da maturità a maturità o ancora di conseguire un secondo diploma che ti permetta di avere una prima conoscenza delle materie che andrai a studiare nella facoltà prefissata, sul nostro portale troverai tante offerte formative che ti permetteranno di acquisire in un anno o poco più il diploma di maturità online dell’ indirizzo di studio da te prescelto che ti permetterà l’accesso all’ateneo dei tuoi sogni.

Oltre a questo, occorrerà anche una certificazione di lingua avanzata inglese (per i primi 10 atenei al mondo) e anche di una seconda lingua nel caso si voglia frequentare un ateneo asiatico o sudamericano.

Se invece si vuole frequentare un dottorato di ricerca, una scuola post-laurea o un master in uno di questi atenei, occorre avere anche un titolo di studio universitario, meglio ancora se in una università inclusa nell’elenco.

L’accesso ad uno degli atenei che abbiamo qui riportato sia come laurea, sia come master, sia come post-laurea infatti, permette agli studenti, di acquisire una maggiore credibilità presso i recruiter o in fasi di colloquio di lavoro sia nazionali sia internazionali o se si è già lavoratori, di poter far carriera all’interno dell’azienda.

Contattaci per maggiori informazioni.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottieni il tuo diploma »

Richiedi informazioni gratuite
Questo sito utilizza cookie
Noi e terze parti selezionate utilizziamo cookie o tecnologie simili per finalità tecniche e, con il tuo consenso, anche per altre finalità come specificato nella cookie policy. Il rifiuto del consenso può rendere non disponibili le relative funzioni. Usa i relativi pulsanti per accettare tutti o solo i cookie necessari.
Necessari
Preferenze
Statistici
Marketing