Maturità 2022

Immagine avatar per Roberta

Roberta Pubblicato il 16 Maggio, 2022

2 minuti di lettura | 505 Visite

Richiedi maggiori info gratis

Se la maturità 2021 ha risentito ancora pesantemente degli effetti della pandemia, la maturità 2022 sarà più simile a quella svolta nel 2019.

Maturità 2022: tornano gli scritti

Come anticipato dall’ordinanza ministeriale pubblicata il 14 marzo 2022, per i 500 mila maturandi del 2022 ritornano infatti le prove scritte, ma saranno solo due: il 22 giugno 2022 partirà la prima prova di italiano e sarà uguale per tutti gli istituti. Riguarderà lo svolgimento di una delle sette tracce proposte dal Ministero dell’Istruzione.

La seconda prova si svolgerà il 23 giugno 2022; non è ministeriale e avrà come oggetto le materie di indirizzo; cambierà da classe a classe, poiché saranno le commissioni, in base al programma svolto ed indicato in un documento che sarà promulgato il 15 maggio 2022. La seconda prova potrà essere valutata fino a 10 punti e le tracce verranno scelte dalle commissioni.

Maturità 2022: materie della seconda prova in base agli indirizzi di studio

Per i licei, la seconda prova indicata dal MIUR riguarderà il Latino (liceo classico), la Matematica, (liceo scientifico), le Scienze Umane (liceo scienze umane), il Diritto ed Economia Politica (liceo scienze umane opzione economico sociale), la Lingua Straniera 1 (liceo linguistico), Teoria, Analisi e Composizione (liceo coreutico e liceo musicale). Per il liceo artistico, la seconda prova sarà legata all’indirizzo scelto.

Per gli istituti tecnici, la seconda prova riguarderà la Progettazione ( costruzioni, ambiente e territorio), l’Economia Aziendale (AFM, Amministrazione Finanza e Marketing), Impianti, Disegno e Progettazione (Meccanica, Meccatronica, Energia), Informatica e Sistemi di Reti (Informatica e Telecomunicazioni), Progettazione Multimediale (Grafica e comunicazione), Trasformazione dei Prodotti (Agrario), Discipline Turistiche e Aziendali (Turismo), Logistica (Trasporti e logistica, articolazione logistica), Ideazione e Progettazione (Sistema Moda), Elettronica ed Elettrotecnica (Elettronica ed elettrotecnica)

Per gli istituti professionali, la seconda prova verterà su Scienza e Cultura Alimentazione (Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera), Diritto e Tecnologie Amministrative della Struttura Ricettiva (Accoglienza turistica), Economia Agraria (Professionale Agricoltura), tecniche professionali dei servizi commerciali (Servizi commerciali), tecnologie tecniche installazione e manutenzione (Manutenzione e assistenza tecnica), igiene e cultura medico sanitaria (Servizi socio sanitari).

Come cambiano i crediti per la maturità 2022?

Quest’anno quindi i crediti accumulati durante il triennio incideranno per il 50% (cioè il massimo punteggio calcolabile dai crediti formativi saranno 50 punti) mentre alle tre prove di esame potranno essere assegnati un massimo di 15 crediti per la prima prova, un massimo di 10 crediti per la seconda prova ed un massimo di 25 crediti per la terza prova.

Ci saranno ancora i 5 punti bonus, ma saranno assegnati solo a chi avrà accumulato 50 punti di credito dal triennio e avranno preso almeno 30 punti alle tre prove. La lode invece sarà a discrezione dei docenti e solo per chi avrà preso 50 punti di credito e 50 punti nelle prove senza aver usufruito del bonus.

Per i criteri di ammissione, non sarà necessario aver partecipato all’orientamento, aver svolto percorsi per le competenze trasversali e aver sostenuto le prove nazionali Invalsi.

Come si svolgerà l’orale della maturità 2022?

L’orale sarà un colloquio di 50-60 minuti (ma la commissione può decidere di accorciare i tempi) sull’intero programma dell’ultimo anno di scuola delle diverse materie. Sono state abolite le buste chiuse; al loro posto ci sarà una lista di argomenti stabiliti in anticipo dalla commissione.

Nella prima fase del colloquio il maturando dovrà perciò fare quanti più collegamenti multidisciplinari possibili fra le materie d’esame e l’argomento assegnato.

Nella seconda fase il candidato, attraverso un elaborato multimediale o una breve relazione, dovrà presentare le esperienze svolte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali (come l’alternanza scuola-lavoro).

Nella terza fase si passerà alle domande dei commissari, specie riguardo competenze e conoscenze negli ambiti delle attività svolte all’interno dei progetti “Cittadinanza e Costituzione”; la quarta fase riguarderà la correzione e commento delle prove scritte.

Intanto ti ricordiamo qui alcuni semplici consigli per aumentare la produttività prima dell’ esame di maturità, così da poter affrontare con la giusta grinta ed organizzazione questo momento così importante.

Ti occorrono maggiori informazioni? Contattaci
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottieni il tuo diploma »

Richiedi informazioni gratuite